Donna

Menopausa: sintomi e conseguenze fisiche

Che cosa è la menopausa?

La donna ad una certa età raggiunge la menopausa, definita come la cessazione del ciclo mestruale da almeno un anno. L’età in cui si entra in menopausa è diversa da donna a donna, in genere alla fine del decennio dei 40 oppure all’inizio di quello dei 50.

La menopausa può comportare molte trasformazioni dell’organismo. I sintomi possono includere vampate di calore, aumento di peso e secchezza vaginale. L’atrofia vaginale contribuisce alla secchezza vaginale e con essa ci possono essere anche infiammazione e assottigliamento del tessuto vaginale, con conseguente fastidio durante i rapporti sessuali.

sintomi menopausa

La menopausa può aumentare anche il rischio di osteoporosi.

Entrare in menopausa spesso può rendere necessarie attenzioni mediche, in quanto si può tranquillamente discutere dei sintomi e delle opzioni di trattamento con uno specialista.

Età della menopausa

A che età si entra in menopausa?

L’età media è 51 anni. La maggior parte delle donne smette di avere il ciclo mestruale tra i 45 e i 55 anni. L’inizio del declino della funzionalità ovarica può cominciare anni prima in alcune donne mentre per altre il ciclo può continuare fino ai tardi 50.

Si pensa che l’età della menopausa sia geneticamente determinata ma fattori come il fumo o la chemioterapia possono accelerare il declino ovarico, portando ad una menopausa precoce.

Perimenopausa vs menopausa

Qual è la differenza tra perimenopausa e menopausa?

La perimenopausa si riferisce al periodo di tempo prima che inizi la menopausa.

Durante la perimenopausa, il corpo inizia la transizione alla menopausa. Questo significa che la produzione di ormoni da parte delle ovaie inizia il suo declino. Si può infatti iniziare a soffrire di alcuni sintomi comunemente associati alla menopausa come le vampate di calore. Il ciclo mestruale diventa irregolare, anche se non cessa durante la fase della perimenopausa.

Quando il ciclo è assente da almeno 12 mesi significa che si è entrate in menopausa.

Sintomi della menopausa

Quali sintomi sono causati dai ridotti livelli di estrogeni nel corpo?

Circa il 75% di donne soffre di vampate di calore durante la menopausa, rendendole il più comune sintomo di tutte le donne in menopausa. Le vampate di calore possono verificarsi durante il giorno o la notte. Alcune donne soffrono anche di dolori muscolare e alle articolazioni, noti come artralgia, oppure di sudorazioni notturne.

Può essere difficile determinare se questi sintomi sono causati da sbalzi ormonali, stile di vita o dallo stesso processo di invecchiamento.

Vampate di calore

Quando si capisce di avere una vampata di calore?

Durante una vampata di calore, si sente un aumento della temperatura corporea. Le vampate di calore colpiscono la parte alta del corpo e la pelle può diventare rossa o a chiazze. Questo aumento di calore può portare sudorazione, palpitazioni e sensazione di vertigine. Dopo la vampata si può sentire freddo.

Le vampate di calore possono verificarsi giornalmente o anche più volte nello stesso giorno. Possono durare un anno o anche più anni.

Evitare i fattori scatenanti può ridurre il numero di vampate che si verificano. Questi possono includere:

  • Bere alcol o caffeina
  • Mangiare cibi speziati
  • Sentirsi stressati
  • Essere in un posto caldo

Essere in sovrappeso e fumare può peggiorare le vampate di calore.

Alcune tecniche possono aiutare a ridurre le vampate e i loro sintomi.

  • Vestirsi a strati e utilizzare un ventilatore in casa e in ufficio
  • Effettuare esercizi di respirazione durante una vampata di calore per cercare di minimizzarla.

I farmaci come la pillola anticoncezionale, la terapia ormonale sostitutiva, o anche altre prescrizioni mediche possono aiutare a ridurre le vampate di calore. Consultare il proprio medico se avete difficoltà a gestire le vampate. 

Perdita ossea

Come impatta la menopausa sulla salute delle ossa?

Il calo nella produzione di estrogeni può influenzare la quantità di calcio presente nelle ossa. Questo causa una riduzione significativa della densità dell’osso, portando nel tempo ad una condizione nota come osteoporosi, che rende maggiormente esposti a fratture dell’anca, della colonna e di altre ossa. Molte donne soffrono dell’accelerazione di perdita di massa ossea nei primi anni della menopausa.

Per aiutare a mantenere le ossa sane:

  • Mangiare cibi ricchi di calcio, come latticini o verdure a foglia verde scuro
  • Assumere integratori di vitamina D
  • Esercitarsi regolarmente, includendo l’allenamento pesi nel programma di fitness
  • Ridurre il consumo di alcol
  • Evitare di fumare

Inoltre, esistono terapie farmacologiche che il medico potrebbe prescrivere per prevenire la perdita ossea.

Malattie cardiache

La malattia cardiaca è legata alla menopausa?

Durante la menopausa possono insorgere condizioni correlate al cuore, come vertigini o palpitazioni cardiache. Il calo dei livelli di estrogeni può impedire al corpo di mantenere la flessibilità nelle arterie. Ciò può influire sul flusso sanguigno.

Tenere sotto controllo il proprio peso, mangiare una dieta sana ed equilibrata, praticare esercizio fisico e non fumare può ridurre le possibilità di sviluppare malattie cardiache.

Aumento del peso

Avrò aumento di peso quando proverò la menopausa?

Cambiamenti nei livelli ormonali possono creare un aumento di peso. Inoltre anche il processo di l’invecchiamento può contribuire all’aumento di peso.

Concentrarsi sul mantenimento di una dieta equilibrata, sull’esercizio regolare e sulla pratica di altre sane abitudini di vita può aiutare a controllare il peso. Essere in sovrappeso può aumentare il rischio di malattie cardiache, diabete e altri disturbi.

Per controllare il proprio peso è importante:

  • Concentrarsi su uno stile di vita sano.
  • Avere una dieta a 360° che includa l’aumento di calcio e riduca l’assunzione di zucchero.
  • Impegnarsi in 150 minuti a settimana di esercizio moderato o 75 minuti a settimana di esercizio più intenso, come la corsa.
  • Includere anche esercizi di forza nel programma di allenamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *